Faccio il barbiere...

Faccio il Barbiere e vedo la città che cammina al di là della vetrina, una città che immagino meno frenetica e più vitale se avesse uno spazio dove rallentare, guardare, ascoltare, giocare: semplice interpretazione di spazio per chi vuole esprimere un'emozione. E allora apro la porta, aggiungo sedie, improvviso un palco: "Benvenuta vivace curiosità!" Qui si ospitano fantasia e creatività, che sono la mia passione, e mi dà tanta soddisfazione vederle intrecciarsi alle persone.

giovedì 8 giugno 2017

SANTA CATERINA IN FESTA

I negozianti di Santa Caterina vi invitano a:

SANTA CATERINA IN FESTA

Domenica 11 giugno dalle 16.00 alle 21.00

A fianco alla chiesa








Contenuti della festa:

-Animazione per bambini a cura di Arciragazzi
-Attività bici per la famiglia a cura di Liberty Cycles
-Mr. Coso in: "Che figura di M...Magia 
- spettacolo comico di magia per giovani anziani, vetusti bambini e tutte le vie di mezzo
-Presentazione del Tchoukball, lo sport fondato su principi etici (nella palestra della scuola)
-Apertura straordinaria dell'Oratorio delle Zitelle del 1636 con visite guidate a cura dall'Ipab
-Mercatino svuota soffitte e dei bambini (tutti possono partecipare gratuitamente)
-Concerto dei "THE MALOXX" Psyco Twist
-Truck food Bandidos - cucina sud'americana
Poi calcetti, ping-pong, ecc..
L'incasso contribuirà alle spese di restauro dell'Oratorio delle Zitelle 

Si ringrazia la Banca di Credito Cooperativo di Brendola, L'Ipab e l'assessorato allo sport 

Per info:Nadir 3473812230Beppe 3494976394
La festa si terrà in ogni condizione meteo





venerdì 26 maggio 2017

STORIE DI MIGRANTI ITALIANI

L'associazione culturale ARTuro presenta:

“CANTANDO IN TALIAN”
Viaggio di sola andata per la Merica
Di Giorgia Miazzo

Mercoledì 31 maggio alle 20.30 






La serata tratta la grande epopea dell’emigrazione nelle Americhe, in particolare in Brasile. 
Si tratta di un viaggio di sola andata per la tanto sognata Mèrica, 
per conoscere i viaggi catastrofici, le oscurità, le audacie del popolo veneto spinto a emigrare. 
Il patrimonio immateriale che si sono portati con sé i migranti, composto di tradizioni, usi e costumi, le musiche e soprattutto la lingua,
 diventano ancora oggi il filo conduttore tra la migrazione storica e le nuove generazioni di discendenti.
 È un excursus storico tramite lettere, poesie, immagini inedite, musiche, stralci di documentari e testimonianze autentiche che ci faranno viaggiare nelle Americhe.
 È una serata emozionante e interessante, adatta per tutta la cittadinanza, in quanto rappresentazione del patrimonio immateriale storico, linguistico e morale di tutti noi.



Alla fine dello spettacolo si farà cappello per contribuire alle spese degli artisti.

Ingresso con tessera ARTuro, che si può fare la sera stessa (5€).

E' gradito il contributo eno/gastro.





martedì 23 maggio 2017

TEATRO


L'associazione culturale ARTuro presenta:

OMMIODIO 

di Francesca Franzè e Jessica Leonello 

Domenica 28 maggio alle 20.30



Cosa faresti se ti dicessero che il mondo finirà tra 11 giorni?
Che la Terra è sempre più vicina al Sole e non ci sarà scampo per nessuno?
E che inoltre sembra essere in atto un’invasione aliena?

Iole, per parte sua, reagisce senza modificare la sua routine di donna anziana. Dorme, si sveglia, prende le sue medicine,
 parla un po’ con un marito che non c’è più e l’ha lasciata da sola in una casa troppo grande ad aspettare la fine.
A sovvertire l’ordine quotidiano ci penserà proprio un alieno, Mario – Mario? – arrivato da Marte con un folto bagaglio di citazioni cinematografiche per assistere al colpo di scena finale.
I due si studiano, ognuno per l’altro è un mondo tutto da scoprire: due solitudini sulla Terra che corre verso una fine che, per una volta, ha una data esatta. E mentre il tempo scorre e il mondo fuori impazzisce, i nostri due protagonisti si contaminano, si mostrano, sviscerano paure e speranze. Iole diviene una guida in carne ed ossa di una realtà che l’alieno conosceva solo filtrata dalla televisione e Mario diventa per Iole una presenza rassicurante, qualcuno con cui parlare, con cui ridere, con cui ragionare.
 Qualcuno che potrebbe rappresentare, a distanza, un ultimo ed estremo baluardo di umanità, quando l’umanità cesserà di esistere.
Sempre che non arrivi Bruce Willis e il colpo di scena finale.

Francesca Franzè


 ommioddioteatro@gmail.com



Alla fine dello spettacolo si farà cappello per contribuire alle spese degli artisti.

Ingresso con tessera ARTuro, che si può fare la sera stessa (5€).

E' gradito il contributo eno/gastro.






martedì 16 maggio 2017

JAZZ & JAM



"UN BELLISSIMO ALBERO"

Presentazione dell'ultimo lavoro del Marco Birro Trio

Marco Birro_piano
Riccardo Di Vinci_contrabbasso
Max Trabucco_batteria

Sabato 20 maggio alle 21.30






Il trio eseguirà brani dal nuovo disco edito da Silent Groove, (foto di copertina di Marco Centasso), che sarà possibile aquistare durante la serata.
 Saranno inoltre presentate alcune composizioni inedite. Jam session a seguire!

Marco Birro, nato a Verona nel 1993, nel 2014 si diploma in pianoforte con il
massimo dei voti e la lode presso il conservatorio di Vicenza, sotto la guida della m°
Federica Righini. contemporaneamente studia jazz da privatista e presso i seminari
estivi di Siena Jazz e Merano Jazz. si è esibito presso prestigiosi festival tra cui
Umbria Jazz e Umbria Jazz Winter, Vicenza Jazz, Treviso Jazz, Crema Jazz…
E’ risultato vincitore del premio Zorzella 2016, nonché 3° classificato al Tony Scott
Jazz Award 2015 e finalista al Conad Jazz Contest 2015.
Ha recentemente pubblicato per Silent Groove il primo disco a suo nome, “Un
Bellissimo Albero”, in trio con Riccardo Di Vinci e Max Trabucco.
Da settembre 2016, grazie ad una full tuition scolarship, studia presso il Berklee
College of Music di Boston.
 Nel 2017 una sua composizione vince il Wam Festival a Boston e viene eseguita al Berklee Performance Center, nella stessa città.


Ingresso libero


Alla fine del concerto si farà cappello 
per contribuire alle spese dei musicisti.

E' gradito il contributo eno/gastro.






mercoledì 10 maggio 2017

FOTOGRAFIA-VICENZA JAZZ

SUONO VERTICALE

Esposizione fotografica per la settimana del Jazz

"Ascoltare, eseguire, immaginare il suono.
L'ho sempre percepito verticale;
con questa esposizione tento di descrivere 
la mia personale sensazione."

Marco Peotta

Inaugurazione sabato 13 maggio dalle 18.00 alle 20.00








lunedì 8 maggio 2017

CAMBIAMENTI CLIMATICI

SPAZIONADIR presenta:

CON L'ACQUA ALLA GOLA

l'ultimo libro di Daniele Pernigotti 

"La Terra è malata e anche i suoi abitanti non stanno troppo bene"

Mercoledì 10 maggio alle 20.30




L’equilibrio ecologico e idrogeologico sembra essere compromesso e 
tra bombe d’acqua, alluvioni, allagamenti, siccità e migrazioni forzate,
 il global warming sempre più spesso semina vittime e insicurezza nel mondo.

Lobby del petrolio arroccate in difesa dei loro privilegi, scarsa educazione ambientale dei cittadini, la poderosa forza del mercato nel determinare le scelte politiche ed economiche dei governi,
 l’indifferenza e la superficialità dei media, l’infondato negazionismo di tanti scienziati e climatologi sono gli ingredienti principali dell'ultimo libro di Daniele Pernigotti.

Per questo appuntamento non serve la tessera ARTuro

E' gradito il contributo eno/gastro



martedì 2 maggio 2017

MUSICA

L'associazione culturale ARTuro presenta:

Costanza Paternò in

INCOSTANZA

Sabato 6 maggio alle 22.00



INCOSTANZA è un disco frutto di anni, di piccoli passi, di canzoni scritte in pochi istanti. Incostanza ha trovato la sua foce incontrando i Dounia (sono Faisal Thaer:voce, Vincenzo Gangi:chitarra, Riccardo Gerbino:percussioni, Giovanni Arena:contrabbasso), storico gruppo di Word Music catanese, con cui l’autrice ha subito sentito sintonia, fiducia e affetto. Improvvisazioni, suoni, ritmi e melodie, una raccolta di canzoni, di varie lingue, di varie emozioni riguardo un ben noto ed ignoto soggetto: l’amore.

INCOSTANZA DUO. Per promuovere e incontrare il pubblico, Incostanza ha sviluppato un progetto da viaggio in formazione ridottissima: un duo composto dall’autrice e Vincenzo Gangi. 
Con Gangi alla chitarra ed anche al basso e Costanza alla voce ed alla chitarra la formazione sta ora percorrendo l’Italia con un tour che toccherà vari estremi della penisola.



Cantante ed autrice. Nata in Friuli Venezia Giulia e trapiantata in Sicilia, ha delle radici bizzarre e scosse. Come spesso accade, inizia a scrivere per caso. Tante sono le idee, ma ben poche riescono a finire sulla carta o nell’aria. Per lei è più semplice cogliere sul momento, tra lucidità e senso di inadeguatezza, quei pochi versi che le escono fuori dagli occhi. Ha iniziato a urlare da piccola, poi ha urlato nel coro, poi al conservatorio e lì, per fortuna, ha fatto alcuni incontri interessanti.


LINK

Ingresso libero con tessera ARTuro 2017, che si può fare la sera stessa (5€)

Alla fine del concerto si farà cappello per contribuire alle spese degli artisti.

Eè gradito il contributo eno/gastro



mercoledì 12 aprile 2017

ILLUSTRAZIONE

GIOCARE A PRIMAVERA

Personale di illustrazione di

Laura guerra - Drawingfish

Aperitivo con musica 

Sabato 15 aprile dalle 18.00















lunedì 3 aprile 2017

CABARET PER FESTAMBIENTE

L'associazione culturale ARTuro presenta:

Cabaret KM0 
 raccolta fondi per Festambiente Vicenza

Mercoledì 5 aprile alle 20.30








un manipolo di artisti vicentini D.O.C. si esibiranno in numeri di cialtroneria varia a sostegno della campagna Refresh Festambiente Vicenza.

Nella serata si esibiranno: Paolo Piluddu, David Riganelli, Gianluigi Meggiorin, Bruno Montorio e Stefano Merlo.

Ingresso con tessera ARTuro 2017, che si può fare la sera stessa (5€)
Per questa serata i soldi che pagherete per la tessera saranno aggiunti al cappello per la campagna Refresh Festambiente Vicenza.

E' gradito il contributo eno/gastro






martedì 28 marzo 2017

MUSICA

L'associazione culturale ARTuro presenta:

CRISTA

Opening act: Elisa Genghini

Domenica 2 aprile alle 20.30






CRISTA, cantautrice romagnola, nata tra le pecore nere e le galline della bassa Romagna, sexy ed esaurita come non mai,
 porta sul palco storie ed immaginari collettivi raccontati in chiave rock, con l’intimismo e la sfrontatezza di chi non ha nulla da perdere.
La sua attività inizia nel gennaio 2015 con la pubblicazione del suo omonimo EP.
Ha all'attivo numerosi concerti in tutta Italia e si è esibita in diversi opening di artisti del panorama della musica italiana e non solo.
Il 28 agosto 2015 ha aperto il concerto di Caparezza in occasione della festa di Radio Onda d'Urto a Brescia.
Nella primavera del 2016 presta la voce al singolo "Vertigini" dei Nobraino firmato da Tommaso Colliva(Calibro35,Afterhours,Dente,Muse..).
In neanche 2 anni di attività ha collezionato circa 180 concerti in tutta Italia.

Per info e ascolti:


Ingresso con tessera ARTuro 2017, 
che si può fare la sera stessa (5€)

Alla fine del concerto si farà cappello 
per contribuire alle spese dell'artista.

E' gradito il contributo eno/gastro





martedì 21 marzo 2017

CONCERTO


L'associazione Culturale ARTuro presenta:

LANDART
(alt-rock, hope and loud desire)
in concerto

https://www.facebook.com/landartband/

Un'anteprima di questo nuovo progetto alt-rock,
 dove suonano anche Daniela ed Eleonora (ex Sarah Schuster). 
Una manciata di canzoni prima di entrare in studio per registrare l'album di esordio.


domenica 26 marzo alle 20.30








Ingresso con tessera ARTuro 2017, che si può fare la sera stessa (5€).

Alla fine dello spettacolo si farà cappello per contribuire alle spese dell'artista.

E' gradito il contributo eno/gastro da condividere







giovedì 16 marzo 2017

CANTAUTORE PRECARIO

L'associazione culturale ARTuro presenta:

Giuliomaria Garbellotto

CANATUTORE PRECARIO

Domenica 19 marzo alle 20.30






Giuliomaria Garbellotto (chitarra, voce, weissenborn, tromba,
 altri strumenti rubati al figlio) è un cantautore atipico
E' vero: ha la barba, scrive musiche e testi, gira un sacco.
 Ma la parte cantautoriale finisce qui.
 I suoi spettacoli sonomomenti di musica volutamente unici
che variano di concerto in concerto:
 molto spazio è lasciato all'improvvisazione, agli strumenti che trova per strada, al rapporto con il pubblico della serata.

Non a caso lo spettacolo si chiama "Cantautore Precario":
 non è solo un riferimento autoironico alla propria condizione finanziaria
 ("non solo", sottolinea lui...),
 ma è anche una sorta di auto-riconoscimento sociologico,
 dove la precarietà è vista come una catarsi.
Un po' come un palazzo antisismico si adatta a movimenti sussultori ed ondulatori, 
il cantautore precario si adatta ai mutamenti quotidiani di una società impazzita che viaggia a velocità social.


Ingresso con tessera ARTuro 2017, che si può fare la sera stessa (5€).

Alla fine dello spettacolo si farà cappello per contribuire alle spese dell'artista.

E' gradito il contributo eno/gastro da condividere



venerdì 10 marzo 2017

TEATRO CHE PARLA DI DONNE 2

L'associazione culturale ARTuro presenta:

Le sorelle Marcato in uno show e una performance:

"Anita giocolerie da Bagno"

e

"Solo bolle"

Mercoledì 15 marzo alle 20.30







Performance: Solo Bolle 
Dalle mani, dai fili di cotone ed attrezzi per creare bolle di tutte le dimensioni.
Fuochista". Un crescendo di bolle che culmina in un bagno di schiuma!!



Spettacolo: Anita giocolerie da bagno
La positività e la voglia di godere la vita sono punti cardine nella filosofia di Anita.
Una donna sola al bagno che apre la porta al pubblico e lo lascia entrare nel luogo sacro :Il bagno.
Posto ideale per riflessioni, colpi di genio, là dove nascono le idee, si canticchiano canzoni entri sporco e stanco ed esci vitale e rinnovato.
Autoironica, pungente, intrigante, Anita affronta i temi di tutti i giorni, sbeffeggiando chi la vita la prende troppo sul serio, riuscendo a trasformare un problema in un’opportunità.
Per questo Anita non getta mai la spugna...
Spugne e spazzole roteano tra un mambo e un merengue, coinvolgendo tutti in questo attraente spettacolo.
Anita, giocolerie da bagno, è uno show completo, con monologhi, gags, visual comedy, giocoleria, canzoni comiche, in un susseguirsi di coup de théâtre.
Guardare lo spettacolo di Anita fa bene, è proprio come andare al bagno: ti libera!


Ingresso con tessera ARTuro 2017, 
che si può fare la sera stessa (5€).

Alla fine dello spettacolo si farà cappello 
per contribuire alle spese dell'artista.

E' gradito il contributo eno/gastro da condividere

martedì 7 marzo 2017

TEATRO CHE PARLA DI DONNE 1

L'associazione culturale ARTuro presenta:

Benvenuti in paradiso!

Viaggio tragicomico tra variegate dipendenze a Norma

di e con Linda Bobbo

Oggettistica e materiale tecnico: Federica Bugin – Pietro Sartori
Tecnico luci : Luca Favretto TJ service
Tecnico audio e voci a sorpresa : Luigi Pozza
Movimenti coreografici: Rossana Urbani de Gheltof

Domenica 12 marzo alle 20.30



Lo spettacolo presenta una carrellata di “personagge”, in perenne bilico tra maschile e femminile, accomunate da pruriti in varie parti del corpo:
 prurito come espressione di un disagio, di una incapacità di 
entrare in contatto con le emozioni profonde ed esprimerle.
 Prurito come malessere nei confronti delle relazioni e della vita più estesamente.
 Prurito come bisogno profondo dell’essere umano di sentirsi visto, toccato, accarezzato...
La Norma, single per volontà altrui, ma è stata lei a deciderlo...
con il suo stile grottesco introduce le varie “personagge”, 
ne somatizza i diversi pruriti e prescrive strampalati rimedi salvavita: la Donna “Va tutto bene” ,
 continuamente percossa dal marito a cui risponde con bizzarre allergie e fantasmagorici pruriti.
 “Sono Fortunata”, “Va tutto bene” infatti, sono i “mantra”
 che questa donna ripete ossessivamente pur di non vedere
 e di non riconoscere il problema e la sua grande sofferenza; 
Gina “Grana e Vinci” : del tutto dipendente dal gioco e 
dai mariti che elimina puntualmente quando non può ricavare denaro 
o “organi” da vendere....ma se vuole Gina può smettere anche da domani; 
Manuelito il travestito : anche lei/lui soggetta/o a prurito, dipendente dalla sua immagine, 
dal bisogno di piacere “ a tutti i costi” e dalla difficoltà di collocarsi nel mondo; 
la Donna Trauma, che passa da un trauma all’altro:
 l’invalidità del marito; una badante troppo ingombrante;
 una burocrazia cimiteriale del tutto demenziale.
Ne risulta lei stessa talmente traumatizzata che, nel baciare per l’ultima volta il marito nella bara,
 resterà inesorabilmente “attaccata” a lui in camera ardente per una notte....
“Andiamo Via” personaggio all’ultimo stadio, che rivendica i bisogni primari di un bambino:
 amore e cura, saranno proprio questi ad aprire le porte al Paradiso...forse...

Lo spettacolo, attraverso le dipendenze (affettiva, alcool, 
gratta e vinci fino ad arrivare nei casi più estremi alla malattia),
 cerca di esplorare vuoti che creano sofferenza, in maniera ironica e con un linguaggio surreale.
Anche la malattia, che pur genera sofferenza, può essere vista come una risorsa nel momento in cui ci rimette in contatto con la nostra amabilità 
e con quella delle persone che ci accompagnano nel nostro viaggio.

....il vuoto non può essere colmato ma solo abitato, amabilmente.



Ingresso con tessera ARTuro 2017, 
che si può fare la sera stessa (5€).

Alla fine dello spettacolo si farà cappello 
per contribuire alle spese dell'artista.

E' gradito il contributo eno/gastro da condividere




giovedì 2 marzo 2017

APERITIVO INAUGURALE

PIEDIPINNA E GLI ALTRI

Personale di Nicol Ranci

aperitivo inaugurale sabato 4 marzo dalle 18.30 alle 21.00








Classe 1983, è padovana, ha una laurea magistrale in storia dell'arte medievale e moderna e quindici anni di esperienza pratica nel campo della produzione artistica. 
Si dedica sin dall'inizio alla pittura, sperimentando nel corso degli anni differenti tecniche e spingendo la propria ricerca nelle più varie direzioni. Privilegiando l'approccio figurativo, Ranci indaga soprattutto la corporeità femminile, alternativamente riprodotta nella pienezza delle sue forme o stilizzata e
 trasfigurata in rarefatte sagome fluttuanti.
L'avvicinamento alla paesaggistica coincide con l'ampliamento dei mezzi di espressione impiegati. La fotografia si affianca alla pittura,
 orientando l'esperienza artistica verso la ricerca di poesie: le atmosfere si fanno sognanti, pervase da una vena intima, malinconica.
All'esito di questo percorso Ranci si reinventa nuovamente e, messi da parte tele e pennelli, si dedica alla creazione di ensambles segnatamente grafici, 
bizzarri e curiosamente interrogativi.
Come una novella Alice, Ranci si pone all'ideale inseguimento del Bianconiglio e ci conduce in paesaggi semi-urbani riprodotti con ironico iperrealismo e popolati da animali danzanti ed iconiche figure umane che strizzano l'occhio alle atmosfere circensi felliniane.
Quello che Ranci declina è un pop ipertrofico e liberatorio, onirico ed esteticamente curatissimo.
La via di fuga è servita. Welcome to ranciland.



mercoledì 22 febbraio 2017

CONCERTO-VISUAL-PERFORMANCE

L'associazione culturale ARTuro presenta:

VIRGO

alt rock & visual di Gianluca Torre (Alec Dreiser)

sabato 25 febbraio

alle 20.30
live performance artistica di GREY (Giovanni Grigoletto) 
per la chiusura della sua esposizione

alle 22.00 
VIRGO live



L'approccio della realizzazione del video è vicino a quello di un pittore, considerando il monitor/schermo alla stregua di una tela nera
 dove tutto è già creato e attende solo di prendere forma, esponendosi mediante scariche elettriche;
 facendo emergere archetipi che possano essere interpretati dall'autore che li traduce in segno mediante l'interazione con la macchina. 
Il rapporto che si crea tra i due mondi trasforma il mezzo/schermo in un varco o specchio dell'inconscio di chi guarda.

Le più grandi influenze/referenze estetiche per la realizzazione di questo video sono sicuramente dovute alla ricerca di autori 
come Fernand Lèger & Dudley Murphy, Marcel Duchamp, Man Ray e Hans Richter, 
ma anche ad autori postcedenti le avanguardie che hanno continuato a sviluppare indagini sul mezzo come Stan Brakhage e Bill Viola.


Ingresso con tessera ARTuro 2017 che si può fare la sera stessa (5€)

Alla fine del concerto si farà cappello per contribuire alle spese del gruppo.

E' gradito il contributo eno/gastro